NewsEvents

L’Italia celebra la 51esima Giornata Internazionale dell’Oman

todayNovembre 18, 2021 1 5

Background

Girando fra le strade del centro di Muscat, capitale del Sultanato dell’Oman, si respira aria di festa.  Le luminarie e migliaia di bandiere segnano l’inizio delle celebrazioni del 51° Anniversario dell’Indipendenza dello Stato, ma anche la ripartenza dopo la crisi sanitaria ed economica provocata dalla pandemia che non ha risparmiato il Golfo Arabico. Gli attuali indicatori mostrano infatti un forte calo dei contagi, della mortalistà e delle ospedalizzazioni, con un livello di guarigioni pari al 98.5%.

Durante i due giorni di festa, il 18 e 19 di novembre, si svolgeranno parate, corse con i cammelli, esibizioni degli splendidi cavalli arabi, regate e fuochi d’artificio, e gran parte degli Omaniti approfitterà delle vacanze per andare al mare o tornare nei villagi d’origine. Subito dopo la circonvoluzione del Capo di Buona Speranza da parte di Vasco De Gama, i portoghesi arrivarono in Oman nel 1507 e trasformarono il porto di Muscat in una fortezza da cui proteggere le tratte commerciali verso le Indie. Il 18 di novembre del 1650 l’Imam Sultan bin Saif guidò la rivolta popolare che mise fine al dominio portoghese e alla firma di un trattato con la Compagnia delle Indie britannica, che subentrò nel controllo del porto.

La Festa Nazionale è anche il tradizionale momento in cui si presentano i risultati e si fissano i nuovi obiettivi di sviluppo. Quest’anno, sua Maestà il Sultano Haitham Bin Tarik, che ha assunto il potere l’undici gennaio dello scorso anno, all’inizio della pandemia, fra i principi prioritari per la ripresa economica e sociale ha indicato l’ammodernamento della Pubblica Amministrazione, la salvaguardia dell’Unità territoriale e delle sue strutture tradizionali, l’indipendenza del sistema giudiziario, il consolidamento della difesa dei diritti umani, della libertà e del senso del dovere dei cittadini. Il progetto strategico chiamato Oman 2040 e si fonda su un sistema educativo in grado di sviluppare i talenti artistici, incoraggiare l’innovazione, investire sull’occupazione dei giovani e sulla partecipazione femminile.

Numerose le iniziative per favorire la nascita di oltre 30.000 nuovi posti di lavoro mentre, dal prossimo anno, il 26 ottobre si celebrerà la Giornata della Gioventù. L’attenzione sulle politiche di genere è un altro aspetto fondamentale della modernizzazione del Paese. Lo scorso marzo, in occasione del giorno Internazionale delle Donne, la moglie del Sultano, Lady Assayida Ahd Abdullah Hamed Al Busaidiha ha pubblicamente riconosciuto il ruolo svolto dalla componente femminile nella vita dell’Oman e nel suo sviluppo futuro. Per la prima volta è stato creato un ufficio ministeriale per la promozione dello sport e della cultura fra le adolescenti. Il piano di Rinascita prevede il potenziamento degli incentivi per l’attrazione degli investimenti stranieri tramite le zone economiche speciali, mentre per rilanciare il turismo internazionale sono state rafforzate le misure di sicurezza e la protezione vaccinale in tutta la filiera dell’ospitalità. Il calo e la fluttuazione del prezzo del petrolio, unitamente all’impatto del Covid19, non hanno risparmiato le finanze di quello che è considerate uno dei più bei paesi del Golfo arabico, ma la protezione sociale dei cittadini non è mai stata messa in discussione. I prossimi anni confermeranno se le aspettative fissate dal Sultano saranno tutte state raggiunte.

Written by: admin-keli-2021

Rate it

Previous post

  • 281
  • 1
close

labelNews todayOttobre 11, 2021

La Costituzione del Mondo

Il viaggio e le leggi del nostro essere umani. La natura della costituzione materiale del mondo in una serie di conversazioni condotte da Michele Gerace, avvocato e fondatore della Scuola sulla [...]

Read more


Similar posts

Post comments (0)

Leave a reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *