/

La Romania alla fine della Guerra Fredda

today Ottobre 21, 2021my_locationOnline


Background

Fra gli Stati ex comunisti che tra il 2004 e il 2007 entrarono a fare parte dell’Unione europea, la Romania era seconda solo alla Polonia per estensione territoriale. Quindi non poteva e non può essere ritenuta una quantité négligeable nell’odierno scenario europeo. Il libro di Mihail Dobre, edito da Rubbettino, ne illustra la storia recente, in stretta relazione con il quadro internazionale, ed è di notevole interesse per il pubblico italiano ed europeo, non solo per il ruolo della Romania nell’Unione europea, ma pure per le intense relazioni che essa intrattiene a livello bilaterale con i Paesi membri. Si pensi soltanto alla presenza in molti Stati, a partire dall’Italia, di un altissimo numero di emigrati romeni, in genere ben radicati nelle società di cui sono entrati a fare parte. Fornendo al lettore un quadro completo e vario, l’autore riesce a coniugare felicemente elementi di analisi politica e teorica insieme ad un’accurata ricostruzione storica svolta in chiave critica, attraverso un solidissimo aggancio alla documentazione diplomatica, anche inedita, e storiografica. Pertanto, sia i cultori della storia, sia gli studiosi di Scienza politica non possono che essere lieti di tale fecondo incontro tra metodologie e discipline, per la migliore informazione e per il piacere intellettuale di chi legge.

Speakers

Details
Begin Ottobre 21, 2021 H 10:00 am
End Ottobre 21, 2021 H 10:15 am
Location Online
Link www.diplomacychannels.it
Rate it