Barak Richman

Background

Barak Richman

Professore

I principali interessi di ricerca di Barak Richman includono l’economia della contrattazione, la nuova economia istituzionale, l’antitrust e la politica sanitaria. Il suo lavoro è stato pubblicato su Columbia Law Review, University of Pennsylvania Law Review, Law and Social Inquiry, New England Journal of Medicine, Journal of American Medical Association and Health Affairs. Nel 2006, ha co-curato con Clark Havighurst un volume del simposio di Law and Contemporary Problems intitolato “Who Pays? Who Benefits? Distributional Issues in Health Care” e il suo libro Stateless Commerce è stato pubblicato dalla Harvard University Press nel 2017.

Richman ha rappresentato la NFL Coaches Association in un amicus curiae del caso American Needle v. The Nat’l Football League, che è stato discusso davanti alla Corte Suprema degli Stati Uniti nel gennaio 2010. Successivamente ha ricoperto lo stesso ruolo nel caso Brady v. The Nat’l Football League nel 2011. Il suo recente lavoro sulle pratiche illegali delle associazioni rabbiniche è stato pubblicato sul New York Times. Il suo lavoro è disponibile a questo link.

Richman fa anche parte della facoltà di gestione del settore sanitario presso la Fuqua School of Business di Duke ed è Senior Fellow presso il Kenan Institute for Ethics. Ha vinto il Blueprint Award della Duke Law School nel 2005 ed è stato nominato Insegnante dell’anno nel 2010.

Richman ha conseguito un A.B., magna cum laude, presso la Brown University, un J.D., magna cum laude, presso la Harvard Law School e un dottorato di ricerca presso l’Università della California, Berkeley, dove ha studiato con il premio Nobel per l’economia Oliver Williamson. È stato impiegato legale del giudice Bruce M. Selya della Corte d’appello degli Stati Uniti per il primo circuito e dal 1994 al 1996 si è occupato della legislazione commerciale internazionale come membro dello staff della Commissione per le finanze del Senato degli Stati Uniti, allora presieduta da Il senatore Daniel Patrick Moynihan.