Gustavo Piga

Background

Gustavo Piga

Economista, delegato del Rettore dell’Università di Tor Vergata per le Relazioni Internazionali

Attualmente è professore ordinario di Economia politica presso l’Università degli studi di Roma Tor Vergata, direttore del corso di laurea triennale in inglese Global Governance e dei Master di II livello in italiano ed inglese in Procurement Management.

Nella sua produzione scientifica, particolare attenzione è dedicata ai temi della gestione del debito pubblico, politica monetaria e fiscale, teoria degli appalti.

È uno dei fondatori ed è stato Presidente dei Viaggiatori in movimento.

Si specializza a lungo all’estero, soprattutto negli Stati Uniti. Nel 1996 consegue il PhD in Economia presso la Columbia University. Nel 1997-98 è stato titolare del corso “Accounting and Finance” presso il Department of Economics della Columbia University.

Tra le sue numerose opere vanno menzionate Handbook of Procurement, con N.Dimitri e G.Spagnolo (2006, Cambridge University Press), Lezioni di Microeconomia (2008, Giappichelli), Revisiting Keynes, curato con Lorenzo Pecchi (2010, MIT Press), Difendere l’Europa (con Lorenzo Pecchi ed Andrea Truppo per i tipi di Chiare Lettere, 2017) e L’Interregno-Una terza via per l’Italia e l’Europa, (2020, Hoepli).

Dal 2002 al 2005 è stato Presidente della Consip SpA. Sotto la Presidenza di Gustavo Piga comincia il processo di razionalizzazione della spesa pubblica e di spend management. Consip, però, bandiva appalti al di fuori della portata delle piccole e medie imprese (PMI), ovvero grandi gare a lotto unico nazionale. Con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 325/2004 si ridefinisce l’operatività della Consip che riparte appieno solo con la nomina del nuovo consiglio di amministrazione, nel luglio 2005. Il territorio nazionale viene suddiviso in lotti, risolvendo così il nodo critico della partecipazione alle gare delle PMI.

Nel 2006 Gustavo Piga è visiting scholar presso la Small Business Administration statunitense.

È membro del Comitato Scientifico dell’Ufficio Parlamentare di Bilancio.