Francesco Tufarelli

Direttore Generale Presidenza del Consiglio

Francesco Tufarelli attualmente è Direttore Generale dell’Ufficio per il Coordinamento delle Politiche dell’Unione europea nell’ambito del Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nell’ambito della stessa Presidenza è stato Direttore Generale dell’Ufficio per le politiche urbane e della montagna, la modernizzazione istituzionale e l’attività internazionale delle autonomie regionali e locali e Direttore Generale dello Sport. E’ stato Capo di Gabinetto del Ministro delle Politiche Comunitarie e del Ministro per i Beni Culturali dal 2001 al 2006. In seguito Direttore Public Affaire di Sky Italia e di nuovo Capo di Gabinetto del Ministro per gli Affari Europei dal 2001 al 2013. Negli anni precedenti è stato Consigliere Giuridico di diversi Ministri, Segretario della Commissione per la Garanzia dell’Informazione Statistica e Capo dell’Ufficio Legislativo dell’Agenzia per il Giubileo del 2000. E’ stato Coordinatore dell’Osservatorio sulla Convenzione Europea e dell’Osservatorio per la Cittadinanza Europea. E’ stato componente della delegazione italiana negli ultimi due semestri di Presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea. E’ stato componente della Commissione di garanzia dell´attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali. E’ stato Segretario Generale dell’Automobile Club d’Italia e attualmente presiede la Commissione di Garanzia della Federazione Sportiva ACI Sport.  Dal 1990 al 2000 ha insegnato “Istituzioni di Diritto Pubblico” presso la Facoltà di Economia e Commercio dell’Università La Sapienza di Roma e dal 2001 insegna Diritto Europeo presso la Facoltà di Scienze politiche dell’Università di Roma Tre.  Dal 2004 è titolare dell’incarico di insegnamento di “Scienza dell’Amministrazione” presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università Guglielmo Marconi di Roma. E’ autore e curatore di numerosi studi e pubblicazioni di carattere giuridico. Attualmente presiede il Centro studi “La Parabola” ed il network “Europolitica”.

EVENTI A CUI PARTECIPERÀ QUEST'ANNO