Enzo Maria Le Fevre Cervini

Background

Enzo Maria Le Fevre Cervini

Project Leader della Commissione Europea presso la Direzione Generale per l’Informatica e Consigliere di Amministrazione della Fondazione Adriano Olivetti

Il Professor Enzo Maria Le Fevre Cervini, è docente di Diplomazia e Negoziazione presso l’Università LUISS e di Digital Government e Intelligenza Artificiale presso l’Università di Buenos Aires.
Attualmente è Project Leader della Commissione Europea presso la Direzione Generale per l’Informatica e Consigliere di Amministrazione della Fondazione Adriano Olivetti.
Tra il 2017 e il 2020 ha lavorato come esperto di relazioni internazionali per l’Agenzia per l’Italia Digitale – Presidenza dei Consigli dei Ministri d’Italia e ha coordinato il Gruppo di lavoro sulle tecnologie emergenti nel settore pubblico dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.
Tra gli autori del Libro bianco del governo italiano sull’intelligenza artificiale nel settore pubblico, ha lavorato a lungo sull’applicazione delle tecnologie emergenti in molti settori governativi e nelle istituzioni internazionali. Dispone di numerose pubblicazioni dedicate ai temi dello sviluppo, dell’innovazione nella pubblica amministrazione e all’uso dell’IA.
Ha trascorso due decenni su questioni di diritto internazionale pubblico, trasformazione dei conflitti, diritti umani e sviluppo sostenibile. Esperto nel campo della gestione e prevenzione dei rischi.
Gli interessi di ricerca includono la teoria dello stato, il diritto internazionale, l’interoperabilità e l’evoluzione tecnologica dei sistemi di governo, la sicurezza umana e la politica internazionale.
Ha conseguito il Dottorato in Diritto Internazionale Pubblico presso l’Università degli Studi Roma Tre.
È stato ricercatore associato alla Columbia University e al Centro europeo per gli affari internazionali.
È attualmente ricercatore internazionale presso il Laboratorio di Innovazione e Intelligenza Artificiale della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Buenos Aires e tiene regolarmente conferenze e corsi nelle più importanti istituzioni accademiche mondiali.
È vice presidente del consiglio di amministrazione della Foundation for the International Prevention of Mass Atrocities e dal 2018 è membro di gruppi di lavoro delle Nazioni Unite sull’uso delle nuove tecnologie nel settore pubblico.
Ultimamente è stato coautore del libro “AI e lavoro, costruendo un nuovo paradigma occupazionale”, dello studio dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico sullo stato dell’arte delle tecnologie emergenti nel settore pubblico e dello studio della Banca di Sviluppo Latinoamericana (CAF) sull’uso dei dati e dell’intelligenza artificiale nel settore pubblico.